Trattare con la privazione del sonno postpartum

Trattare con la privazione del sonno postpartum

I nuovi genitori spesso trascurano i propri bisogni. Anche se questo può sembrare un comportamento normale da parte dei genitori preoccupati, trascurare se stessi mette a rischio la loro salute. A lungo termine, può avere un effetto negativo su entrambi i partner, ma è particolarmente tassare su una madre. Colpisce la sua capacità di prendersi cura di suo figlio.

La privazione del sonno è uno degli effetti collaterali post-nascita più comuni e uno dei più dannosi. Mentre si può pensare che sia bene trascurare il sonno, anche un piccolo periodo di perdita di sonno può avere effetti di lunga durata.

In primo luogo, un buon paio d’ore di sonno sono essenziali per il vostro corpo per far fronte a tutto lo stress è stato esposto a. REM (Rapid Eye Movement) il sonno è quando il nostro cervello elabora gli eventi dei giorni e ordina i ricordi. Se non abbiamo un sonno REM adeguato, può portare a vuoti di memoria e rendere le attività che richiedono abilità cognitive molto più impegnative. Per una madre, con un neonato a prendersi cura off, questo potrebbe rendere anche il più piccolo dei compiti come cambiare un pannolino impegnativo.

Gli effetti collaterali più gravi della privazione del sonno includono una grave depressione. Le donne che erano già state colpite da ansia e depressione sono più sul radar del danno. Questo porta a seri problemi con le madri incerte su come gestire i loro bambini.

È più difficile per la madre poiché sta già affrontando cambiamenti estremi e i suoi ormoni che cambiano sono una delle principali ragioni del suo disagio.

Una madre è anche spesso l’unica fonte di nutrimento di un bambino che rende il suo programma di sonno una priorità assoluta. Una mancanza di sonno può influenzare la quantità di latte che viene prodotto. Ci sono un certo numero di modi per scoprire la quantità di latte che si dovrebbe produrre; questo dovrebbe servire come una guida approssimativa per dirvi se la privazione del sonno è la causa.

Gli studi hanno dimostrato che in media, una nuova madre ottiene almeno due ore di sonno in meno del necessario. La parte più scioccante? È segmentato, il che significa che non otterrà un sonno continuo. Questo perché un neonato non ha ritmi circadiani impostati. Hanno bisogno di circa 16 ore di sonno, ma di solito viene in brevi scatti con un massimo di tre o quattro ore alla volta.

Tenendo presente tutto questo, è importante assicurarsi di dormire il più possibile. Alcuni consigli per aiutarti a dormire abbastanza includono.

Impostazione delle priorità

Durante i primi due mesi, è completamente accettabile prendersi una pausa per te stesso. Non c’è bisogno di sentirsi in colpa per mettere i vostri bisogni al primo posto. Se c’è del lavoro da fare intorno alla casa, non sentire il bisogno di lanciare in. Va bene dipendere da amici o familiari per portare a termine il lavoro. Va anche bene lasciare riposare il bucato per un altro giorno se hai la possibilità di recuperare il sonno.

Comunicare

Uno dei maggiori motivi per cui una madre lotta per ottenere un sonno adeguato è che non comunica i suoi bisogni al suo partner e alla sua famiglia. È sempre una buona idea elaborare un programma e cercare di garantire che un partner stia riposando mentre l’altro è con il bambino.

Dormi quando il tuo bambino dorme

Mentre questo è un cliché e non funziona per tutte le mamme e le circostanze familiari, può essere veramente utile per alcuni. Il momento in cui il tuo bambino si addormenta è quando dovresti dormire anche tu. Non essere tentato di fare i piatti o il vuoto. Vedi sopra sulla definizione di tali priorità. Rendere il sonno una priorità.

La pazienza è la chiave

Mentre può sembrare un’eternità, inizierai ad avere un’esperienza più rilassata e piacevole con più sonno man mano che i modelli di sonno del tuo bambino si sviluppano. Succederà.

Chiedi aiuto

Non dovresti sentirti in colpa o esitare nel cercare aiuto. Che si tratti di aiutare ad affrontare la depressione postpartum, la mancanza di sonno o anche le faccende quotidiane, in cerca di aiuto farà in modo che non si è mai troppo allungato.

Ci sono anche una serie di rimedi naturali disponibili. Diversi tè come camomilla e oli come citronella sono noti come sedativi naturali. Le tecniche di meditazione sono anche estremamente utili per assicurarti di dormire bene le notti.

Riconoscerlo può essere un segno di un disturbo d’ansia e dell’umore postpartum

Mentre tutti i genitori sperimentano una qualche forma di insonnia, l’insonnia prolungata nonostante l’esaurimento è uno dei tanti sintomi della depressione postpartum, ansia, OCD e altri disturbi dell’umore e dell’ansia postpartum. Se stai facendo tutto quello che dovresti fare, incluso chiedere aiuto, cercare di dormire quando il bambino dorme e dare la priorità al sonno, potrebbe essere necessario guardare gli altri sintomi della depressione postpartum per vedere se sta succedendo qualcosa di più grande.

Se è così, non preoccuparti: puoi ottenere aiuto. L’umore postpartum e i disturbi d’ansia sono temporanei e curabili. Puoi e dormirai di nuovo; puoi e sentirai di nuovo tutto.

Come nuovo genitore, è facile sentirsi sopraffatti dal compito a portata di mano, soprattutto quando si è sempre stanchi. È importante concentrarsi sul quadro più ampio. Alla fine tornerai ai giorni in cui avrai una buona notte di riposo.

Aradhana è uno scrittore indiano. Copre argomenti riguardanti la genitorialità, la nutrizione infantile, il benessere, la salute e lo stile di vita. Ha più di 250 pubblicazioni da siti affidabili come Huffington Post, Natural news, Elephant Journal, Lifehacker e MomJunction.com al suo attivo. Aradhana scrive per ispirare e motivare le persone ad adottare abitudini sane e vivere uno stile di vita senza stress.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.