Merovingi

Merovingi: prima dinastia del regno franco in Gallia altomedievale.

Replica dell’anello di Childerico

Il regno merovingio fu creato da un uomo di nome Childerico, governatore della provincia romana di Belgica Secunda, che beneficiò della scomparsa del sistema amministrativo romano in Gallia nel terzo quarto del V secolo e creò un regno per se stesso. Il suo governo è tradizionalmente datato al 457-481. Gli succedette suo figlio Clodovech (“Clovis”), che conquistò la maggior parte della Francia e espanse il suo potere ad est, lungo il Reno. Il suo regno è di solito datato al 481-511, anche se il Libro dei Papi, la raccolta ufficiale di biografie papali, riporta che il re era ancora nella terra dei vivi nell’anno 513.

Anche se i Merovingi erano di origine franca, il loro stato era essenzialmente una continuazione dell’Impero romano. Le città erano ancora importanti, il latino rimaneva la lingua dell’amministrazione, i re erano cristiani, le tasse erano ancora raccolte e per un bel po ‘ di tempo il ritratto dell’imperatore era sulle monete coniate in Gallia.

Dopo la morte di Chlodovech, il suo regno fu diviso dai suoi figli Theuderic (Reims), Chlodomer (Orléans), Childebert (Parigi) e Clotarius (Soissons), ma la dinastia rimase unita e per ogni divisione vediamo una riunificazione. Una crisi all’inizio del settimo secolo, tuttavia, portò importanti cambiamenti: gli aristocratici ricevettero più diritti e il re dovette nominare un “sindaco del palazzo”, che doveva diventare sempre più importante. Nell’VIII secolo, il sindaco Carlo Martello avrebbe unito i regni; nel 751, suo figlio Pipino sarebbe diventato re stesso. La sua dinastia si chiama Carolingia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.