Cosa significa l’accordo di bilancio della California per le scuole K-12

Il nuovo budget della California fornisce finanziamenti sufficienti per le scuole per passare all’apprendimento ibrido quando riapriranno questo autunno. Ma i funzionari della scuola temono la decisione di Sacramento di ritardare i tagli potrebbe gettare distretti nel baratro fiscale più tardi.

Il budget di Gov 202 miliardi di Gov. Gavin Newsom firmato in legge lunedì mantiene in gran parte intatto il finanziamento per le scuole pubbliche della California, chiudendo un paio di mesi turbolenti di negoziati sul budget.

Inizialmente, le scuole erano in linea per ricevere un costante aumento dei finanziamenti quando il governatore ha presentato la sua proposta di gennaio, con il denaro destinato a sforzi a lungo termine per espandere i programmi per la prima infanzia e altri sforzi mirati, comprese le sovvenzioni per incentivare gli educatori a insegnare nelle scuole a basso reddito.

In una svolta di 180 gradi, dopo che la pandemia di coronavirus ha accantonato gran parte di questi piani e spostato drasticamente le priorità, la proposta di maggio rivista di Newsom includeva tagli all’istruzione così ripidi che i funzionari scolastici di tutto lo stato hanno avvertito che non sarebbero stati in grado di riaprire responsabilmente i campus in autunno se

La versione finale del bilancio firmata dal governatore riflette un compromesso con i legislatori statali che hanno respinto l’entità del taglio proposto. Il bilancio dello stato dà alle scuole uno sfiatatoio finanziario a breve termine e mette in atto requisiti radicali per come le scuole opereranno questo autunno. Ma aumenta anche la posta in gioco per tagli potenzialmente più grandi e più ripidi alle scuole a lungo termine.

Ecco alcuni punti principali sull’impatto del bilancio sulle scuole.

Tagli di finanziamento calci lungo la strada, anche se potrebbe diventare più grande

Dimenticare che il 10% taglio alla formula di finanziamento di controllo locale che ancorato una sfilza di altre riduzioni scolastiche nella proposta di maggio. Quei tagli, che avrebbero anche ridotto a metà i servizi popolari come i programmi di doposcuola e l’istruzione tecnica di carriera, sono spariti.

Al loro posto ci sono circa billion 11 miliardi di differimenti alle scuole, con billion 5.7 miliardi di quei soldi legati al fatto che lo stato riceva assistenza federale. Mentre questi rinvii-pagamenti ritardati alle scuole lo stato impiegato per bilanciare il suo bilancio-non significa tagli ai programmi, le scuole dovranno attingere ai loro risparmi o prendere in prestito denaro per cavarsela nel frattempo.

Che metterà a dura prova i distretti che sono entrati nella pandemia con finanze traballanti e pochi risparmi. Quaranta distretti della California avevano qualificato certificazioni di bilancio lo scorso anno scolastico, secondo il Dipartimento di Stato della Pubblica Istruzione, il che significa che sono a rischio di insolvenza entro i prossimi tre anni. Altri cinque distretti scolastici sono a rischio di bancarotta durante il prossimo anno scolastico: Sacramento City Unified; Sweetwater Union High a Chula Vista; Dixon Unified nella contea di Solano; e Southern Kern Unified e Belridge Elementary nella contea di Kern.

Essenzialmente calciando la lattina lungo la strada sui tagli all’istruzione, lo stato rischia di dover affrontare deficit maggiori nei futuri anni di bilancio se il sollievo federale su cui i legislatori stanno puntando per ammorbidire la caduta non arriva.

“La buona notizia è che i tagli sono fondamentalmente posticipati, a questo punto, probabilmente fino al prossimo anno”, ha detto Michael Fine, CEO del team di assistenza alla crisi fiscale e alla gestione, il cane da guardia della finanza scolastica dello stato. “La cattiva notizia è che i tagli saranno probabilmente molto più grandi l’anno prossimo.”

” La capacità dello stato di rinviare di più (anno fiscale) 2021-22 sarà alquanto limitata. Se sei gia ‘ a 11 miliardi di dollari, quanto ancora andrai?”

In un riconoscimento delle incertezze che le scuole affrontano quest’anno, il budget garantisce anche che le scuole saranno pagate indipendentemente dal fatto che offrano istruzione di persona o apprendimento a distanza a causa di focolai di coronavirus locali. Ma alcuni legislatori hanno espresso preoccupazione per il fatto che lo stato stia punendo ingiustamente le scuole di distretto e charter in crescita calcolando i finanziamenti basati sulla frequenza delle scuole utilizzando i dati di iscrizione dello scorso anno.

Nessun licenziamento per insegnanti e alcuni dipendenti

Sotto il bilancio, le scuole saranno vietate di licenziare insegnanti di classe e dipendenti classificati che lavorano in nutrizione, trasporti o servizi di custodia questo anno scolastico. La prossima volta che potrebbero essere licenziati sarebbe un po ‘ di tempo dopo giugno 2021.

Le protezioni temporanee arrivano mentre le scuole pianificano logisticamente di riaprire fisicamente i campus che soddisfano le linee guida di allontanamento sociale. I sindacati dei dipendenti scolastici hanno fatto pressioni con successo per le protezioni, avvertendo in precedenza che i tagli ai finanziamenti avrebbero comportato decine di migliaia di licenziamenti in un momento in cui le scuole hanno bisogno di più insegnanti, autisti di autobus, lavoratori della mensa e bidelli per apportare i drastici cambiamenti delineati sotto la recente guida statale.

Il governatore e i legislatori statali concordarono e includevano protezioni che si estendevano alla maggior parte del personale certificato, ad eccezione di quelli le cui posizioni richiedono una credenziale amministrativa, come i presidi scolastici. Di fronte a tagli simili un decennio fa durante la Grande Recessione, le scuole licenziati decine di migliaia di educatori, soprattutto insegnanti all’inizio della loro carriera. I tagli hanno colpito in modo sproporzionato gli studenti a basso reddito di colore.

I gruppi che rappresentano i consigli scolastici e gli amministratori, tuttavia, si sono opposti alla disposizione, affermando che limiteranno la capacità delle scuole di rispondere a una crisi economica che minaccia di portare sfide lunghe anni per i bilanci scolastici. Molti distretti locali hanno già affrontato bilanci tesi a causa dell’aumento dei costi fissi, come l’aumento degli obblighi sanitari e pensionistici dei dipendenti prima della pandemia, e gli stipendi dei dipendenti rappresentano oltre l’ 80% dei bilanci delle scuole.

“La nostra posizione è che i licenziamenti dovrebbero essere l’ultima risorsa ed estremamente rari”, ha detto Troy Flint, portavoce della California School Boards Association. “Tuttavia, esistono per una ragione, e in tempi di grave crisi finanziaria, i distretti dovrebbero avere questo strumento a disposizione.”

Nuovi requisiti per l’apprendimento a distanza

Quando l’istruzione riprenderà questo autunno, le scuole saranno tenute a seguire nuovi standard per l’apprendimento a distanza stabiliti nel bilancio. Saranno tenuti a monitorare la partecipazione e la frequenza degli studenti, fornire “interazione quotidiana dal vivo” con gli insegnanti e elaborare piani per rintracciare gli studenti che non partecipano all’apprendimento a distanza.

I requisiti mirano ad affrontare un’implementazione irregolare dell’apprendimento a distanza questa primavera, in cui le scuole sono passate frettolosamente dall’istruzione in mattoni e malta con aspettative e capacità diverse per coinvolgere gli studenti. Sebbene le regole non ordinino che le scuole offrano una quantità specifica di istruzione sincrona o live ogni giorno — un’opportunità di apprendimento a distanza desiderata da molti genitori — stabiliscono requisiti minimi giornalieri di istruzione. Le scuole sarebbero in grado di soddisfare questi requisiti in base alla combinazione di interazione dal vivo e “valore temporale” del lavoro assegnato dalle scuole.

Molti distretti scolastici stanno contemplando orari ibridi questo autunno, in cui gli studenti vanno a scuola di persona parte della settimana e imparano a casa per la parte rimanente. Stanno anche dando ai genitori che non vogliono mandare i loro figli nei campus fisici l’opzione dell’apprendimento a distanza a tempo pieno.

Se le famiglie scelgono di far studiare i propri figli a distanza, o se le scuole devono effettuare una transizione all’ingrosso in caso di focolai di coronavirus locali, le scuole dovranno garantire agli studenti l’accesso ai dispositivi e alla connettività necessari. E dovranno anche assicurarsi che gli studenti con bisogni speciali ricevano gli “alloggi necessari per garantire che il programma di istruzione individualizzato possa essere eseguito in un ambiente di apprendimento a distanza”, secondo il budget trailer bill language.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.