Cosa fare se tuo figlio rifiuta la visita con l’altro genitore

Se sei appena separato o esperto in co-genitorialità, riconosci l’importanza di attenerti al tuo accordo genitoriale.

Per quanto sia importante seguire il piano che tu e il tuo co-genitore avete concordato o che è stato ordinato dal tribunale, è possibile che sorgano insidie che interferiscono con la tua capacità di seguirlo con precisione.

Un caso particolare in cui questo può diventare impegnativo è se tuo figlio non vuole rispettare il tuo programma di visite e inizia a rifiutarsi di vedere l’altro genitore.

Mentre il loro desiderio di non vedere l’altro genitore può essere totalmente fuori dal tuo controllo, le conseguenze del rifiuto di tuo figlio di partecipare alle visite potrebbero avere un impatto su tutta la tua famiglia.

Cosa fa sì che un bambino non voglia visitare un genitore?

I motivi per cui tuo figlio rifiuta la visita con il tuo co-genitore sono unici per la tua situazione, ma alcune cause potrebbero includere:

  • il Vostro bambino è infelice con le regole che devono seguire a co-genitore casa
  • Il co-genitore vive lontano dai propri amici, scuola, attività e altre cose di cui godono
  • il Tuo bambino e il tuo co-genitore in disaccordo su una serie di questioni e spesso sostengono, sforzare il loro rapporto
  • il Vostro bambino non va d’accordo con il co-genitore di un nuovo partner o altre persone che vivono nella loro casa

Se il vostro bambino si rifiuta la visita con il co-genitore, per un motivo che riguarda direttamente la loro sicurezza, portare questo all’attenzione del vostro avvocato o altri professionisti legali immediatamente.

Se il motivo non influisce direttamente sulla loro sicurezza o sul loro benessere, il bambino dovrebbe partecipare alle visite. Infatti, perdere su di loro potrebbe mettere la vostra famiglia in una posizione legale difficile.

Preoccupazioni legali per il rifiuto della visita

Indipendentemente dal motivo per cui non vogliono vedere l’altro genitore, i genitori affidatari sono responsabili di assicurarsi che il loro bambino veda l’altro genitore.

I tribunali di diritto di famiglia vogliono vedere i co-genitori che lavorano insieme per incoraggiare i loro figli a trascorrere del tempo con ciascun genitore. Se sta accadendo il contrario, anche se è ciò che vuole il bambino, i tribunali potrebbero non guardare favorevolmente al genitore che sembra impedire le visite.

A causa del tempo di visita compromesso, l’altro genitore potrebbe presentare un ordine per mostrare la causa. Ciò richiederebbe un “show causa udienza” con il tribunale in cui il genitore affidatario sarebbe stato chiesto di spiegare o mostrare causa sul motivo per cui non sono conformi con l ” accordo di visita.

Anche se quel genitore fa del suo meglio per spiegare al giudice perché il loro bambino sta resistendo al programma di visita, è il giudice che dovrà essere convinto e credere che sia il bambino che sta resistendo alla visita.

Quando si tratta di un adolescente che rifiuta la visita, il tribunale può guardare la situazione in modo diverso da quello che farebbe se fosse un bambino. Gli adolescenti sono noti per spingere i pulsanti dei loro genitori e cercare di chiamare i colpi, ma legalmente parlando, nella maggior parte degli stati, adolescenti sotto i 18 anni non hanno voce in capitolo se seguono o meno il programma di visita.

Cosa fare Quando il bambino si rifiuta di visitare l’altro genitore

Se il bambino si rifiuta di trascorrere del tempo con o stare con l’altro genitore, si ha la responsabilità di gestire la situazione nel modo più appropriato e positivo possibile.

Notifica all’altro genitore

Tieni presente che il tuo bambino che manca la visita programmata con il tuo co-genitore potrebbe mettere te e la tua famiglia in un vincolo legale. Il tuo avvocato sarà la persona migliore per cercare una guida diretta da quando di fronte a questo problema.

In quasi tutte le situazioni come questa, notificare correttamente il tuo co-genitore e documentare ciò che è accaduto è la chiave. Informare il vostro co-genitore il più presto possibile utilizzando un metodo di comunicazione che può creare documentazione reale dell’incidente e può dimostrare con precisione quando hai detto il tuo co-genitore.

Se si utilizza il calendario OFW per tenere traccia del tempo di genitorialità, è possibile creare una voce di diario per documentare le modifiche al programma di genitorialità regolare come visite perse.

La tua voce può spiegare l’incidente e documentare quale sarà il cambiamento nei piani, ad esempio dove il tuo bambino trascorrerà quel tempo invece di partecipare alla visita programmata. Può essere tenuto privato per i tuoi record o condiviso con il tuo co-genitore, il tuo avvocato o chiunque altro con cui stai lavorando su OFW.

Incoraggiare la visita

Il tuo bambino che rifiuta di visitare o rimanere con l’altro genitore è una posizione difficile per i genitori, e come gestirlo come famiglia può dire molto su come la situazione è risolta.

Ricorda il tuo ruolo di genitore

Tieni presente che sei tu a chiamare i colpi, non tuo figlio. Naturalmente, questa è una situazione particolarmente emotiva e i sensi di colpa potrebbero influenzare le tue decisioni. Ma questo non riduce la tua responsabilità nei confronti del tuo accordo genitoriale.

Considera attentamente le opinioni di tuo figlio, ma ricorda che sei tu il responsabile. Promuovi il fatto che sia tu che il tuo co-genitore amate tuo figlio e che è vitale per loro trascorrere del tempo con ognuno di voi, anche se non lo vedono allo stesso modo.

Inoltre, considera il tuo comportamento e come ciò potrebbe influenzare tuo figlio a non voler vedere l’altro genitore. Badmouthing tuo co-genitore di fronte al vostro bambino o interrogare il vostro bambino circa la visita una volta arrivati a casa potrebbe influenzare il desiderio del bambino di stare con il loro altro genitore.

Parla con tuo figlio del perché non vogliono andare

Cerca di andare a fondo sul perché tuo figlio non vuole trascorrere del tempo o stare con il tuo co-genitore. Lasciate che il vostro bambino esprimere i loro sentimenti a voi senza giudizio.

Quando è il tuo turno di rispondere, fallo con gentilezza e comprensione. Mostra loro che capisci le loro preoccupazioni considerando quelli come un’intera famiglia.

Coinvolgi il tuo co-genitore

Parla con il tuo co-genitore di cosa sta succedendo e lavora insieme per creare un piano per gestire la situazione. Incoraggiare il tuo co-genitore a raggiungere il tuo bambino attraverso telefonate o chat video può fornire un modo per loro di connettersi con il bambino in un ambiente a basso stress.

A seconda della situazione, una riunione di famiglia può offrire un’eccellente opportunità per affrontare il problema come gruppo. Si può anche considerare di portare un terzo neutrale o professionista della salute mentale nella conversazione, come ad esempio un terapeuta della famiglia o consulente per il vostro bambino.

Se questa persona vede la tua famiglia come un gruppo o solo tuo figlio, lavorare con un professionista potrebbe rivelarsi di grande aiuto.

Rendi le transizioni temporali genitoriali il più fluide possibile

Mantieni le transizioni il più fluide possibile. Prima che il bambino lascia per visitare o rimanere per un lungo periodo di tempo con il vostro co-genitore, assicurarsi che essi hanno tutto il necessario imballato e pronto ad andare.

Mantieni la conversazione positiva quando tu e tuo figlio parlate di queste visite, aiutando tuo figlio a guardare avanti a quel momento invece di temerlo.

Durante i tempi di transizione, assicurarsi di mantenere la calma. Lasciate che il vostro bambino sa che vi mancheranno, ma che si desidera loro di trascorrere questo tempo con il loro altro genitore. Mantieni le transizioni brevi, dolci e rassicuranti.

Indipendentemente dal motivo per cui il bambino si rifiuta di trascorrere del tempo con l’altro genitore, è necessario gestire questa situazione in modo appropriato e equo. Potrebbe volerci del tempo per cambiare la prospettiva di tuo figlio, ma fai del tuo meglio per mantenere una visione positiva della situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.